FAQ Veicoli

FAQ veicoli

Richiedere un preventivo online presuppone l'obbligo di stipulare il contratto di assicurazione?

No, non c'è nessun obbligo. Il preventivo online ti permette di verificare il costo di un'eventuale polizza auto, moto, autocarro, quadriciclo, in maniera facile, rapida e comoda.

Quali documenti devo avere a portata di mano per richiedere un preventivo online?

È importante avere a disposizione il libretto di circolazione e l'ultimo attestato di rischio rilasciato dalla tua attuale compagnia.

Cosa sone le coperture, i massimali e le frachigie?

  • Le coperture sono le clausole contrattuali che disciplinano il verificarsi di un determinato sinistro.
  • Il massimale è la cifra che rappresenta il limite massimo dell'indennizzo dovuto dalla compagnia assicuratrice.
  • La franchigia è la parte dell'indennizzo che rimane sempre a carico dell'assicurato.

Chi sono l'assicurato, il contraente e i terzi?

  • Il contraente è la persona fisica o giuridica che materialmente stipula il contratto di assicurazione e che è responsabile del pagamento del premio.
  • L'assicurato è la persona fisica o giuridica nel cui interesse si stipula il contratto
  • I terzi sono i soggetti estranei che, in conseguenza di un sinistro coperto dal contratto di assicurazione, subiscono un danno suscettibile di essere indennizzato.

Chi contrae una polizza RC Auto può essere diverso dall’intestatario al PRA?

Sì, per la contraenza non è vincolante la proprietà del veicolo

Se decido di cambiare compagnia, mantengo i benefici acquisiti con la mia classe bonus/malus?

Certamente, mantieni la stessa classe di bonus/malus riportata sull'attestato di rischio rilasciato dalla tua compagnia di provenienza. Si tiene conto della classe di assegnazione CU e non lle classi interne delle singole compagnie, 

E se la Compagnia non aderisce all' INDENNIZZO DIRETTO ? (CID)

Alcune Compagnie di Assicurazione prevalentemente estere autorizzate ad operare in Italia secondo la normativa IVASS (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni) non aderiscono all'indennizzo diretto visto che la legge italiana lo rende possibile.

Molto spesso chi ha scelto di non aderire alla norma del risarcimento diretto, riescono ad avere tariffe decisamente più competitive.

Per il cliente finale questa scelta non ha alcun risvolto negativo, infatti è usato nel resto d’Europa e funziona.

In Italia è stato usato dal 1969 (nascita della RCA obbligatoria) fino al 2007 per ben 38 anni e ancora oggi molti clienti lo rimpiangono.

Ricordiamo inoltre che:

In caso di sinistro se il Cliente ha ragione viene rimborsato dalla compagnia assicuratrice del responsabile del sinistro:
basta fare la denuncia così come la si dovrebbe fare alla propria compagnia (raccomandata avviso di ricevimento);

Le tempistiche, definite dalla legge, con cui deve essere risarcito il danneggiato sono esattamente le medesime (30 – 60 o 90 giorni a seconda dei casi e delle tipologie di danno);

La valutazione del danno è esattamente la medesima, che riguardi danneggiamenti materiali a cose ovvero lesioni corporali: non cambia assolutamente nulla;

Nel caso in cui il cliente acquisti la garanzia accessoria “tutela legale” avrebbe anche a disposizione un avvocato (gratis) a cui delegare la richiesta di risarcimento danni nel caso in cui la compagnia della controparte non rispetti i termini previsti dalla normativa.

Cosa si intende se il mio contratto RC veicoli contiene la formula “Risarcimento in forma specifica”

In caso di incidente con ragione e modulo blu sottoscritto da entrambi i conducenti coinvolti, se intendi riparare il veicolo, ti impegni a farlo presso una delle carrozzerie convenzionate dalla Compagnia senza alcun anticipo di denaro.

Qualora la riparazione venga effettuata presso una carrozzeria diversa da quelle convenzionate, verrà applicata una penale contrattuale in misura variabile a secondo della Compagnia stessa.

Alcuni casi prevedono che l'importo risulterà dovuto a titolo di risarcimento del danno al veicolo in virtù della perizia effettuata dalla Compagnia.

Tale penale potrà essere opposta in compensazione del risarcimento diretto del danno.

Per maggiori informazioni consultare sempre il Fascicolo Informativo o chiedere chiarimenti al proprio Agente.

Quando posso ottene i benefici del " DECRETO BERSANI"?

Secondo la legge Bersani, puoi utilizzare la stessa classe di merito di un veicolo già assicurato di tua proprietà o di proprietà di un tuo familiare convivente.

Di seguito tutte le condizioni che devono essere rispettate:

  • il veicolo da assicurare non è mai stato assicurato dall'attuale proprietario.
  • il veicolo da assicurare è dello stesso tipo (auto, autocarro o motociclo) del veicolo già assicurato.
  • il proprietario del veicolo da assicurare è lo stesso del veicolo già assicurato, oppure è una persona presente nel suo stato di famiglia.
  • il veicolo di cui si vuole utilizzare la classe di merito è assicurato con polizza non scaduta.

Posso trasferire la classe di merito a un altro veicolo senza aver venduto o demolito il veicolo precedentemente assicurato?

No, il veicolo deve necessariamente essere venduto, posto in conto vendita presso concessionario autorizzato, demolito, distrutto, esportato definitivamente all'estero o essere stato oggetto di furto.

statistiche
Siamo anche su Linkedin
Siamo anche su Facebook
Siamo anche su Twitter